Medicine Complementari

Medicine Complementari

Lo Shiatsu è inserito in un fitto elenco* di pratiche per il benessere che nel loro insieme vengono definite Medicine complementari e alternative (in letteratura scientifica CAM, Complementary and Alternative Medicines).

Rapporto tra Medicine Complementari e il metodo scientifico

Negli ultimi decenni, sempre più persone si rivolgono alle CAM. I modelli teorici e le pratiche per il benessere inseriti nella definizione ‘CAM’ mancano però del rigore scientifico per poter essere riconosciute valide. Il problema è che per loro natura il metodo scientifico è di difficile applicazione in quanto richiede esiti misurabili, riproducibili e sufficientemente ben descrivibili.

Effettuare studi e ricerche ‘scientifici’ che dimostrino la validità di queste discipline nella maggior parte dei casi non è praticabile. Esse infatti utilizzano strategie di intervento che variano considerevolmente nei contenuti e nelle modalità. La variabilità individuale è considerata il fulcro centrale di queste discipline, pertanto ogni intervento terrà conto di questa soggettività (non può essere standardizzato) con la conseguenza che produrrà risposte differenti se applicato a persone diverse. Inoltre molte di queste discipline tengono conto di aspetti della persona che non sono considerati dalla medicina scientifica, come ad esempio l’aspetto energetico.

Cosa possono offrire le Medicine Complementari

Bisogna poi aggiungere che le principali terapie non convenzionali sono antichissime e non possono essere scientifiche per definizione. La medicina tradizionale cinese e quella ayurveda si sono formate a partire dal 5° sec. a.C., l’omeopatia alla fine del ’700, la fitoterapia (uso delle piante) è antichissima ed è stata la principale forma di terapia in tutto il mondo. Il modello scientifico invece, con le sue regole e impostazioni, si è pienamente affermato in Occidente nel 20° secolo!

Il ricorso a terapie complementari sta crescendo; i motivi di questo fenomeno non vanno cercati solo nell’ambito sanitario, ma anche in quello sociale, psicologico e culturale. Infatti, se anche ognuna di queste pratiche ha una propria specifica peculiarità che la differenzia dalle altre, fra loro tutte hanno in comune:

  • la visione olistica della persona che valuta inaccettabile la scissione fra corpo mente e spirito;
  • si fondano su rimedi naturali e non su farmaci;
  • la visione energetica della persona e del mondo di cui fa parte;
  • considerano il ruolo attivo del ‘paziente’;
  • stimolano il recupero di stili di vita salubri e rispettosi dell’ambiente​;
  • la visione dell’individuo come un soggetto unico e irripetibile, non classificabile e riducibile in parti.

L’insieme di questi aspetti costituisce la ‘parte mancante’ della medicina occidentale che si è andata via via sempre specializzando fino a divenire parcellizzata e ultraspecialistica. Occupandosi fin nei più minimi dettagli strutturali e molecolari delle alterazioni di organi e apparati, la scienza medica da un lato ha ottenuto risultati impensabili anche solo venti o trenta anni fa, ma dall’altro lato ha perso di vista l’essere umano nel suo complesso. Ha perso di vista l’individuo, che quando è malato ha bisogno di qualcuno che si occupi di lui in quanto persona, dei suoi timori, delle sue ansie, fragilità e aspettative.

‘Integrate’ vs ‘Complementari e alternative’

La medicina occidentale ha vissuto epoche di incontrastata supremazia ed è tuttora vincente in ambiti di cura come la chirurgia, il salva vita, le malattie infettive, la ricerca… È però auspicabile che la visione riduzionista su cui si basa venga superata a favore di un’apertura nei confronti di queste pratiche e che possa realizzarsi il passaggio dall’essere considerate ‘complementari e alternative’ a ‘integrate’. Il vero obiettivo di tecniche e discipline olistiche infatti è integrarsi alla cura e non sostituirsi ad essa.

a

*Alcune fra le principali CAM, Complementary and Alternative Medicines: Aromaterapia, Ayurveda, Bioenergetica, Chiropratica, Cromoterapia, Fitoterapia, Magnetoterapia, Medicina tradizionale cinese, Meditazione, Metodo Feldenkrais, Musicoterapia, Naturopatia, Omeopatia, Osteopatia, Qi gong, Reiki, Riflessologia plantare, Sciamanesimo, Shiatsu, Tecnica di Alexander.

Per approfondimenti vedi:

Medicina complementare e alternativa
Dalla medicina alternativa alla medicina integrata​
Tab. Classificazione delle medicine complementari e alternative

Photo by Franco Piola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *